… Pietraroja, Jamon e Vinho Tinto …


IL GUST’OTTO raccoglie gli articoli del week end prodotti per il quotidiano OTTOPAGINE: eventuali approfondimenti rispetto al testo originario saranno evidenziati con carattere differente.

L’articolo pubblicato è apparso nell’edizione di venerdì 29 giugno 2012.

Questo caldo non accenna a cessare e siccome devo andare in Molise, a metà strada, decido di “tuffarmi” nel fresco del Parco Regionale del Matese, in pieno Appennino Meridionale.

Qui, nell’alta valle del Torrente Titerno, la parte orientale del Monte Mutria (“o’ Mùtigliu”) regala tratti purpurei di roccia, qui, sul Monte Palombaro, il colore rosa dei marmi ha ispirato l’etimologia del luogo della mia sosta: Pietraroja, paese di 600 anime ai confini settentrionali del Sannio “bacia” le terre molisane e si adagia, pedemontano, tra i 450 ed i 1823 metri sul livello del mare.

Ciro, Scipionyx samniticus, il fossile di dinosauro che ha rivoluzionato la geologia italiana

Il mio spirito di “viaggiatore del gusto” mi fa scoprire che il posto è anche un famoso Parco Geopaleontologico, con tanto di Paleolab ed “a Capo”, “Ciro“, il cucciolo di dinosauro annegato nel Cretacico Inferiore, il cui infinitesimo contributo da fossile pietrificato ha comunque avuto il suo peso nell’attuale sviluppo e conformazione della catena montuosa sotto la quale è stato protetto per 113 milioni di anni.

Ottima custodia, penso, visto che il “tenero predatore carnivoro” è stato trovato intero completo anche di “parti molli” (intestino ed ultimo pasto, fegato, trachea, occhi, pelle e muscoli del petto) ed unghioni per uncinare e smembrare le sue prede. Certamente le carni magre di Ciro, allenato nella corsa quotidiana, unite alla tenerezza della sua giovane età possono far pensare ad un abbinamento con vino rosso, magari il più antico Falernum. Ovviamente si scherza!

altorilievo del 1606. faccia con lingua all’esterno per scongiuro con scritta in lingua magica sottostante

Riemergo alla realtà al suono delle parole del mio Cicerone di Turno che cominciava ad addentrarsi nel folklore locale senza più alcun pudore, narrando di strane storie, perse nella memoria del tempo e tenute in vita dal ricordo delle credenze magiche popolari. Un altorilievo, incastonato in una delle stradine del paese dal 1606, mi fa le linguacce con faccia paffuta per scongiurare il malocchio, con tanto di epigrafe in lingua magica.

Zi’ Pèppu Mamèo, vissuto a Pietraroja a cavallo dei due secoli precedenti, era  un vecchio pastore, ma anche un astuto mago che si faceva pagare in natura per i dare i suoi responsi.

Pietraroja, nome che evoca la penisola iberica, Pietraroja che evoca anche le terre sarde, Pietraroja, terra di maiali, pecore e prodotti della pastorizia.

Pane fatto in casa con farina integrale e cotto a legna (“lu pànu”), formaggio di pecora, allevata sui pascoli in montagna ed unto con olio per la conservazione e stagionatura (“lu càsu”), salsicce (“sausìcchie”) stagionate conservate nella sugna (“assùgna”) e soffritte in padella, soppressate (“supresciàte”), funghi maggenghi sott’olio (“vìrni sott’ógliu”).

il prosciutto di Pietraroja in fase di lavorazione

il prosciutto di Pietraroja pronto per essere degustato

Il famosissimo Prosciutto di Pietraroja, pressato ed essiccato al freddo e al fumo e successivamente stagionato è un ottimo abbinamento con il “vinho tinto della casa”, che per almeno la metà dovrebbe essere un intenso ed adeguatamente persistente Sangiovese.

E chissà come avrebbe reagito Zi’ Pèppu Mamèo se mi fossi presentato a lui con una pecora bollita, abbinata ad un Cannonau di Sardegna, sottozona Nepente di Oliena.

vino e vitigno Cannonau

Informazioni su annitoabate

... sono un architetto ma anche un ricercatore e comunicatore del gusto ... della vita ...
Questa voce è stata pubblicata in abbinamenti cibo_vino, Degustare, Leggere & Scrivere. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...